Articoli

IL FATTO CHE NON VI SIA UN OBBLIGO DI CONDIVISIONE PREVENTIVA CIRCA LE SPESE STRAORDINARIE DA SOSTENERSI PER I FIGLI, NON ESCLUDE IL POTERE DEL GIUDICE DI VERIFICARE SE LE SPESE EFFETTUATE SIANO EFFETTIVAMENTE RISPONDENTI ALL’INTERESSE DEL MINORE.

Inserito da dott. Mattia Gris il 12 Marzo 2017

  Il coniuge affidatario, decideva di agire in via monitoria per ottenere il rimborso delle spese straordinarie sostenute in favore della figlia e non corrisposte dall’ex compagno. In sostanza, in base alla sentenza di separazione, l’ex marito era tenuto al pagamento del 70% delle spese straordinarie scolastiche, ludiche e mediche per la figlia e perciò la sig.ra...

IL TRASFERIMENTO A CASA DI UN ALTRO UOMO FA PERDERE ALLA MOGLIE IL DIRITTO ALL’ASSEGNO ANCHE SE SI TRATTA DI UN “AFFETTUOSA AMICIZIA”.

Inserito da dott. Mattia Gris il 12 Marzo 2017

  Il Tribunale, aveva dichiarato la cessazione degli effetti civili del matrimonio, rigettando però la domanda avanzata dalla donna di assegnazione di un assegno divorzile. Il Giudice di prime cure, aveva infatti rilevato che tale assegno non poteva esserle riconosciuto, giacché la signora conviveva già con un altro uomo e che quindi l’ex compagno non era tenuto...

non sempre il furto in supermercato è reato: se si ruba per "fame" non c'è reato

Inserito da avv. Alessandro Tonon il 12 Marzo 2017

Sussiste la causa di giustificazione dello stato di necessità nel caso in cui un soggetto privo di occupazione e senza fissa dimora venga colto a rubare al supermercato piccole quantità di cibo per «far fronte ad una immediata e imprescindibile esigenza di alimentarsi». Così si è espressa la Cassazione per la quale non è punibile...

maltrattamenti in famiglia. Anche le offese continue, configurano reato

Inserito da avv. Alessandro Tonon il 12 Marzo 2017

Costituisce abuso punibile a norma dell' articolo 571 del Cp (tale che, anzi, nella ricorrenza dell'abitualità e del necessario elemento soggettivo, può integrare anche il reato di maltrattamenti punito dall'articolo 572 del Cp) anche il comportamento doloso, attivo od omissivo, mantenuto per un tempo apprezzabile, che umilia, svaluta, denigra e sottopone a sevizie psicologiche un bambino, causandogli pericoli per la salute, anche se compiuto...

lesioni colpose per il dentista che provoca danni nel mettere impianti

Inserito da avv. Alessandro Tonon il 5 Marzo 2017

Il medico chirurgo odontoiatra risponde sia civilmente che penalmente per gli errori implantologici. E' ormai pacifico che se il medico non segue le linee guida e le "buone prassi" rischia un procedimento penale per lesioni oltre ad essere tenuto al risarcimento del danno. Nel caso specifico era stato montato erroneamente l'impianto dentario e, successivamente, si  è...

attenzione a detenere telefonini di seconda mano di cui non si conosce la provenienza. Possibile il reato di ricettazione

Inserito da avv. Alessandro Tonon il 3 Marzo 2017

E'prassi, una volta che un cittadino denunci il furto o lo smarrimento del telefono cellulare, richiedere i tabulati del traffico telefonico generato dell'apparecchio. Ne consegue una perquisizione presso l'intestatario della SIM utilizzata e il conseguente differimento all'Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione. In assenza di alcuna giustificazione, l'aver inserito la carta sim nel telefono ricettato giustifica...

TUTTO IL CONDOMINIO È RESPONSABILE NEL CASO DI SINISTRI VERIFICATESI AL SUO INTERNO.

Inserito da dott,. Mattia Gris il 27 Febbraio 2017

  I genitori di una bambina, in proprio e quali rappresentanti legali della minore, avevano promosso, innanzi al Tribunale, domanda volta al riconoscimento del loro diritto al risarcimento del danno. La domanda di risarcimento, era stata presentata giacché la bambina aveva riportato delle lesioni gravissime a seguito della caduta nel vano di corsa dell’ascensore condominiale presso il quale...

NON SOLO LA NECESSITÀ DELL’USO DIRETTO, MA ANCHE IL PEGGIORAMENTO DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DEL COMODANTE GIUSTIFICANO LA RICHIESTA DI RESTITUZIONE AVANZATA EX ART. 1809 C.C.

Inserito da dott. Mattia Gris il 27 Febbraio 2017

  Il caso prende le mosse dalla stipulazione di un contratto di comodato a tempo indeterminato avente ad oggetto, nello specifico, un immobile adibito, per accordo tra le parti, ad uso abitativo. Il comodato è un contratto disciplinato dagli articoli 1803 e ss. c.c. ed è definito come: “il contratto col quale una parte consegna all’altra una...

attenzione a cosa si scrive sui social network. Si rischia la diffamazione aggravata

Inserito da avv. Alessandro Tonon il 23 Febbraio 2017

  Anche se si tratta di frasi diffamatorie scritte in siti chiusi (es. destinati solo a determinati utenti:insegnanti, studenti,ecc), scatta l'aggravante dell'uso dei mezzi di pubblicità, essendo chiaro che è illimitato il numero delle persone raggiunte con il messaggio pubblicato.  Più in generale, i presupposti del reato ex art. 595 c.p. sono costituiti dalla comunicazione di un’espressione offensiva dell’altrui...