Articoli pubblicati nel 2017

Lecito farsi la scorta di stupefacenti

Inserito da avv. Alessandro Tonon il 18 Giugno 2017

La Suprema Corte torna sul tema della detenzione di sostanze stupefacenti. Nel caso di cui alla sentenza allegata, si è affermato che non è reato acquistare un quantitativo superiore di sostanza stupefacente. Se si tratta di soggetto tossicodipendente, che si reca in altra città per l'acquisto dello stupefacente, è verosimile dedurre, in assenza di altri elementi,...

usi per fini privati il computer aziendale? meglio non esagerare per non rischiare il licenziamento

Inserito da avv. Alessandro Tonon il 18 Giugno 2017

  La Suprema Corte ha ritenuto legittimo il licenziamento del dipendente che ha utilizzato per troppo tempo, per fini privati, il computer aziendale. A nulla è valso sostenere, da parte del dipendente, di non aver saputo del divieto di utilizzo dell'attrezzatura aziendale per fini privati, posto che si è ritenuto che "non poteva non essere nota l'illiceità"...

Fai il bullo a scuola? rischi una condanna per stalking

Inserito da avv. Alessandro Tonon il 11 Giugno 2017

Per la prima volta la Corte di Cassazione sancisce il principio secondo il quale costituiscono il reato di stalking gli atti di bullismo commessi nei confronti del compagno.  Nello specifico, il minore, ha accettato, suo malgrado di subire ulteriori umiliazioni per "evitare altre botte". Completamente irrilevante che gli altri compagni e gli insegnanti non si siano accorti...

La Costituzione tutela tutti, Rina compreso

Inserito da Avv. Alessandro Tonon il 6 Giugno 2017

La Corte di Cassazione, prima Sezione, ha annullato un'ordinanza del Tribunale di Sorveglianza di Bologna per vizio di motivazione con la quale era stata rigettata l'istanza volta all'ottenimento un differimento della pena per motivi di salute o, perlomeno, la concessione della misura meno afflittiva della detenzione domiciliare. Fermo restando lo spessore criminale dell'istante, la Corte ha ritenuto...

senza un accordo è vietato installare telecamere sui luoghi di lavoro

Inserito da avv. Alessandro Tonon il 2 Giugno 2017

L'installare telecamere sui luoghi di lavoro, magari anche con il consenso di tutti i dipendenti, ma senza aver interpellato e ottenuto l'autorizzazione delle rappresentanze sindacali o perlomeno da parte dell'Autorità amministrativa (Direzione territoriale del Lavoro) costituisce reato. Poco importa che la totalità dei lavoratori dell'Azienda interessata abbiano espresso il loro consenso. Per la Suprema Corte, ciò che conta...

Attenzione a lasciare i bambini da soli in cucina. Se si fanno male, scatta la responsabilità del genitore

Inserito da avv. Alessandro il 28 Maggio 2017

La Corte, a seguito di ricorso della parte civile, ha statuito che il genitore è responsabile nel caso in cui il bambino si sia infortunato mettendo la mano all'interno di un frullatore in funzione.  Nel caso di specie, non è stato sufficiente che la madre avesse detto al figlio di non toccare nulla. Secondo la Suprema...

Non è il mancato pagamento di somme irrisorie o di qualche mese a far scattare il reato di violazione degli obblighi d'assistenza

Inserito da avv. Alessandro Tonon il 21 Maggio 2017

Non basta, per configurarsi il reato di cui all'art. 570 C.P., il mancato pagamento di parte della somma dovuta o di qualche mensilità. Bisogna infatti verificare nel concreto se la persona offesa ha avuto un apprezzabile nocumento.   leggi la sentenza

puoi credere nel Dio che vuoi, ma ciò non ti legittima a portare armi fuori dalla propria abitazione

Inserito da avv. Alessandro Tonon il 21 Maggio 2017

Ha destato interesse sulla stampa nazionale la sentenza della Suprema Corte che ha confermato la condanna di un cittadino  indiano di religione sikh che circolava con un pugnale nella cintura adducendo che il comportamento si conformava ai precetti della sua religione. La Corte di Cassazione ha confermato che pur essendoci libertà di religione, ciò non comporta la...

L’ISTITUTO DELL’AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO NON AUTORIZZA, IN OGNI CASO, I FIGLI AD IMPUGNARE IL MATRIMONIO CONTRATTO DAL PADRE CON LA BADANTE.

Inserito da dott. Mattia Gris il 16 Maggio 2017

L'istituto dell’amministrazione di sostegno si distingue dagli altri istituti a tutela degli incapaci (quali l’interdizione e l’inabilitazione). L’amministrazione di sostegno, infatti, è stata creata allo scopo di superare “l’impianto ottocentesco che guardava all’infermo di mento quale soggetto sottoposto ad uno speciale ed inflessibile regime giuridico, ed al rapporto capacità- incapacità”.  L’istituto dell’amministrazione, è assai duttile, idoneo a graduare caso...