Non sussiste il furto in supermercato, ma mero tentativo, se osservati nel momento della sottrazione

Inserito da avv. Alessandro Tonon il 7 Febbraio 2015

 

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione (sent. 52117 dd. 17.07.14), risolvendo il contrasto insorto tra le Sezioni semplici, in materia di furto in supermercato, hanno affermato che : Il monitoraggio nella attualità della azione furtiva avviata, esercitato sia mediante la diretta osservazione da parte della persona offesa - o dei dipendenti addetti alla sorveglianza, ovvero delle forze dell’ordine presenti in loco - sia mediante appositi apparati di rilevazione automatica del movimento della merce ed il conseguente intervento difensivo in continenti, impediscono la consumazione del delitto di furto che resta allo stadio del tentativo, non avendo l’agente conseguito, neppure momentaneamente, l’autonoma ed effettiva disponibilità della refurtiva, non ancora uscita dalla sfera di vigilanza e di controllo del soggetto passivo.

Si tenga presente che si tratta pur sempre di furto tentato e quindi si rischia in ogni caso un procedimento penale anche se la sanzione è notevolmente ridotta.