Per la Cassazione, il cane è una cosa e se disturba, può essere sequestrato

Inserito da avv. Alessandro Tonon il 24 Dicembre 2016

 

La Suprema Corte ha sostenuto che dal punto di vista del diritto civile, il cane deve essere considerato come una cosa e pertanto possono essere fatti oggetto di sequestro preventivo e pure di confisca.

La Corte precisa che i cani, se recano potenzialmente disturbo alle persone, possono essere fatti oggetto di sequestro. Nel caso di specie il caso nasceva da un esposto di alcuni vicini di casa che avevano lamentato rumori e cattivi odori provocati da tre cani tenuti in cattive condizioni igieniche dal loro proprietario. 

leggi la sentenza