usi per fini privati il computer aziendale? meglio non esagerare per non rischiare il licenziamento

Inserito da avv. Alessandro Tonon il 18 Giugno 2017

 

La Suprema Corte ha ritenuto legittimo il licenziamento del dipendente che ha utilizzato per troppo tempo, per fini privati, il computer aziendale. A nulla è valso sostenere, da parte del dipendente, di non aver saputo del divieto di utilizzo dell'attrezzatura aziendale per fini privati, posto che si è ritenuto che "non poteva non essere nota l'illiceità" di un tale tipo di comportamento. Si è ritenuto in particolare violato l'obbligo di diligenza che deve necessariamente ricomprendere anche i comportamenti accesso alla normale attività lavorativa. C'è da chiedersi, a questo punto, se è possibile affermare lo stesso principio anche per quanto riguarda l'uso sistematico dell'auto aziendale per fini privati o altri comportamenti simili.

leggi la sentenza