uso di sostanze stupefacenti. L'assoluzione non rende illegittimo il provvedimento cautelare del ritiro della patente di guida

Inserito da avv. Alessandro Tonon il 18 Dicembre 2016

Allorquando una persona viene colta alla guida di un'autovettura sotto l'influenza di sostanze alcoliche o stupefacenti, il Prefetto (Commissariato del Governo in provincia di Bolzano) deve disporre il ritiro della patente di guida con finalità cautelari. 

Ben può essere che nel successivo procedimento penale, l'interessato venga assolto dal reato di guida sotto l'influenza di sostanze stupefacenti (art. 187 CdS) do alcoliche (art. 186 CdS). Ciò non fa venir meno la legittimità del provvedimento cautelare di sospensione della patente disposta nell'immediatezza del fatto contestato trattandosi di un provvedimento avente natura cautelare e non sanzionatorio.

 

leggi la sentenza