Articoli

usi per fini privati il computer aziendale? meglio non esagerare per non rischiare il licenziamento

Inserito da avv. Alessandro Tonon il 18 Giugno 2017

  La Suprema Corte ha ritenuto legittimo il licenziamento del dipendente che ha utilizzato per troppo tempo, per fini privati, il computer aziendale. A nulla è valso sostenere, da parte del dipendente, di non aver saputo del divieto di utilizzo dell'attrezzatura aziendale per fini privati, posto che si è ritenuto che "non poteva non essere nota l'illiceità"...

NESSUN RISARCIMENTO DEL DANNO NON PATRIMONIALE SE IL LUNGO RITARDO DELL’AEREO HA PROVOCATO SOLO UN DANNO GENERICO.

Inserito da dott. Mattia Gris il 2 Maggio 2017

NESSUN RISARCIMENTO DEL DANNO NON PATRIMONIALE SE IL LUNGO RITARDO DELL’AEREO HA PROVOCATO SOLO UN DANNO GENERICO.   Il Tribunale aveva accolto l’impugnazione proposta dalla Compagnia aera avverso la sentenza emessa dal Giudice di pace con ci era stata accolta la domanda di risarcimento del danno proposta nei suoi confronti da un passeggero. In particolare, il Tribunale...

l'obbligo di versare l'assegno mensile per i figli, non viene meno per il conseguimento della laurea

Inserito da dott. Mattia Gris il 2 Maggio 2017

Il Tribunale aveva respinto le domande proposte separatamente dal padre e dalla ex moglie al fine di ottenere rispettivamente l’incremento e la revoca o la riduzione dell’assegno mensile di 850 € posto nella sentenza di divorzio a carico del padre a titolo di contributo al mantenimento della figlia non ancora economicamente indipendente. La Corte d’Appello, successivamente adita,...

"allungamento delle ferie" con certificato medico falso? licenziamento legittimo

Inserito da avv. Alessandro Tonon il 15 Aprile 2017

Viene meno il rapporto fiduciario nel caso in cui un dipendente fornisca un certificato medico al fine di allungarsi il periodo di congedo. Questo anche se il certificato medico non viene contestato e si sia trattato solo di aver simulato un aggravamento della malattia indicata nel certificato medico.   leggi la sentenza

LA RESPONSABILITÀ DELL’APPALTATORE EX ART. 1669 C.C. SI ESTENDE ANCHE AI CASI DI INTERVENTI MODIFICATIVI E MANUTENTIVI.

Inserito da dott. Mattia Gris il 4 Aprile 2017

I partecipanti ad un condominio, avevano convenuto in giudizio innanzi al Tribunale la società venditrice, nonché la società, che su incarico di quest’ultima aveva eseguito sull’edificio degli interventi di ristrutturazione edilizia. I condomini, in sostanza chiedevano la condanna al risarcimento dei danni in solido delle due società per i gravi difetti di costruzione riscontrati a seguito dei...

IL TOUR OPERATOR È TENUTO AL RISARCIMENTO NEL CASO IN CUI IL VIAGGIATORE SUBISCA UNA RAPINA CON LESIONI NEL CORSO DELLA VACANZA.

Inserito da dott. Mattia Gris il 29 Marzo 2017

  Il caso prende le mosse dalla richiesta di risarcimento danni avanzata da un soggetto che aveva subito una rapina di un orologio. Nello specifico, il soggetto in questione, aveva prenotato le vacanze estive presso una società che svolgeva l’attività di tuor operator. All’interno del villaggio turistico presso cui stava godendo delle vacanze prenotate, subiva per l’appunto...

licenziabile il dipendente che si rifiuta di eseguire un intervento durante il turno di reperibilità

Inserito da dott. Gris Mattia il 29 Marzo 2017

Il caso in esame prende le mosse da un licenziamento disciplinare. In sostanza, il lavoratore, nella sua qualità di tecnico reperibile e responsabile d’emergenza, si era rifiutato di attivarsi a fronte di due successive sollecitazioni di intervento per un calo di pressione e una fuga di gas.  Il dipendente impugnava perciò il licenziamento intimatogli innanzi al...

Esposizione all'amianto: diritto ad una maggiorazione contributiva

Inserito da dott. Mattia Gris il 20 Marzo 2017

AI FINI DELL’OTTENIMENTO DELLA MAGGIORAZIONE CONTRIBUTIVA, È SUFFICIENTE PROVARE L’AVVENUTA L’ESPOSIZIONE ALL’AMIANTO DURANTE L’ATTIVITÁ LAVORATIVA.   Un ex dipendente delle Ferrovie Sud – Est srl, aveva promosso domanda innanzi al Tribunale affinché fosse riconosciuto il suo diritto ad ottenere una maggiorazione contributiva (prevista dall’art. 13, comma 8 della legge 257/1992), per essere stato esposto, per un periodo ultradecennale, all’amianto. Il...

IL FATTO CHE NON VI SIA UN OBBLIGO DI CONDIVISIONE PREVENTIVA CIRCA LE SPESE STRAORDINARIE DA SOSTENERSI PER I FIGLI, NON ESCLUDE IL POTERE DEL GIUDICE DI VERIFICARE SE LE SPESE EFFETTUATE SIANO EFFETTIVAMENTE RISPONDENTI ALL’INTERESSE DEL MINORE.

Inserito da dott. Mattia Gris il 12 Marzo 2017

  Il coniuge affidatario, decideva di agire in via monitoria per ottenere il rimborso delle spese straordinarie sostenute in favore della figlia e non corrisposte dall’ex compagno. In sostanza, in base alla sentenza di separazione, l’ex marito era tenuto al pagamento del 70% delle spese straordinarie scolastiche, ludiche e mediche per la figlia e perciò la sig.ra...

IL TRASFERIMENTO A CASA DI UN ALTRO UOMO FA PERDERE ALLA MOGLIE IL DIRITTO ALL’ASSEGNO ANCHE SE SI TRATTA DI UN “AFFETTUOSA AMICIZIA”.

Inserito da dott. Mattia Gris il 12 Marzo 2017

  Il Tribunale, aveva dichiarato la cessazione degli effetti civili del matrimonio, rigettando però la domanda avanzata dalla donna di assegnazione di un assegno divorzile. Il Giudice di prime cure, aveva infatti rilevato che tale assegno non poteva esserle riconosciuto, giacché la signora conviveva già con un altro uomo e che quindi l’ex compagno non era tenuto...