Lo Studio Legale Tonon è una realtà professionale giovane e dinamica che offre attività di consulenza e assistenza legale principalmente nel campo del diritto penale e civile, avvalendosi di professionisti operanti prevalentemente in dette materie.

L' Avv. Alessandro Tonon, dopo la laurea conseguita presso l’Università degli Studi di Trento, si forma professionalmente attraverso lo studio e l’approfondimento di tematiche attinenti il diritto penale, senza trascurare una formazione civilistica.

Lo Studio si avvale inoltre della collaborazione di professionisti che svolgono la loro attività prevalentemente nei settori del diritto civile e del diritto del lavoro che consentono allo Studio di offrire ai propri clienti una consulenza ed assistenza interdisciplinare. Si ritiene infatti che ogni singola problematica debba essere affidata al professionista maggiormente esperto della materia non essendo più ammissibile la figura dell’avvocato “generalista” che difficilmente potrà conoscere a perfezione tutte le materie dell’ordinamento giuridico.

Recenti pubblicazioni

Il medico effettua un prelievo di sangue per curarti? il risultato può essere utilizzato anche per provare la guida in stato d'ebrezza

Nel caso sottostante alla pronuncia della Suprema Corte, il soggetto era stato condannato in primo e in secondo grado, in quanto, in stato di alterazione psico-fisica conseguente all’assunzione di sostanze stupefacenti (era risultato positivo agli esami tossicologici effettuati dall’ULSS), alla guida di un’autovettura aveva causato un sinistro stradale con esito mortale per l’altro guidatore. La difesa ricorreva quindi in Cassazione sostenendo, in particolare, l’inutilizzabilità a fini penali, degli esami tossicologici eseguiti la notte del sinistro, essendo stati effettuati in assenza sia...

La cameriera vende per errore alcool ad un minorenne? Il proprietario del locale potrebbe risponderne

La Corte di Cassazione, sent. n. 26582/18, escludendo l’applicabilità della disciplina dell’errore circa il comportamento tenuto dalla dipendente, ha affermato la penale responsabilità del proprietario di un bar per non avere predisposto un “efficace sistema di controllo sull’età degli avventori, tale da impedire che venissero somministrate bevande alcoliche ai minori di 16 anni”. In particolare, la Suprema Corte ha evidenziato che il proprietario dell’esercizio commerciale è tenuto a “una effettiva e necessaria diligenza nell’accertamento dell’età del consumatore”, richiedendo un metodo di...

In caso di diffamazione, possibile il sequestro della pagina Facebook

Il Tribunale del riesame aveva confermato il provvedimento di sequestro preventivo tramite oscuramento delle pagine Facebook attribuite agli indagati per il delitto di cui all’art. 595 C.P. (Diffamazione), per aver ripetutamente offeso la reputazione di più persone. Veniva quindi promosso ricorso per Cassazione lamentando in particolare la violazione degli artt. 3 e 21 Costituzione (principio di uguaglianza e libertà di manifestazione del pensiero). La Cassazione ha affermato che è del tutto legittimo il sequestro preventivo di un sito web o di...

IL DATORE DI LAVORO È RESPONSABILE DEI FATTI ILLECITI COMMESSI DALL’APPRENDISTA

La Corte di Cassazione si è recentemente espressa in tema di responsabilità del datore di lavoro per i fatti illeciti commessi dall’apprendista. Nel caso di specie, in particolare, un ragazzo minorenne aveva ucciso per futili motivi (furto di una pacchetto di sigarette) un altro ragazzo che come lui era apprendista presso il medesimo negozio di barbiere mentre il proprietario era assente. Vi era stata quindi in primo grado la condanna dei genitori del giovane “apprendista assassino” per “culpa in educando”...

Leggi tutti gli articoli