Lo Studio Legale Tonon è una realtà professionale giovane e dinamica che offre attività di consulenza e assistenza legale principalmente nel campo del diritto penale e civile, avvalendosi di professionisti operanti prevalentemente in dette materie.

L' Avv. Alessandro Tonon, dopo la laurea conseguita presso l’Università degli Studi di Trento, si forma professionalmente attraverso lo studio e l’approfondimento di tematiche attinenti il diritto penale, senza trascurare una formazione civilistica.

Lo Studio si avvale inoltre della collaborazione di professionisti che svolgono la loro attività prevalentemente nei settori del diritto civile e del diritto del lavoro che consentono allo Studio di offrire ai propri clienti una consulenza ed assistenza interdisciplinare. Si ritiene infatti che ogni singola problematica debba essere affidata al professionista maggiormente esperto della materia non essendo più ammissibile la figura dell’avvocato “generalista” che difficilmente potrà conoscere a perfezione tutte le materie dell’ordinamento giuridico.

Recenti pubblicazioni

sei stato coinvolto in un sinistro stradale e l'autore si è dato alla fuga o il suo veicolo è provo di assicurazione? Il risarcimento lo eroga il "Fondo vittime della strada"

Il Fondo di garanzia delle vittime della strada, è stato istituito con il compito di intervenire tutte le volte in cui in un sinistro stradale venga coinvolto un mezzo non assicurato oppure un mezzo non identificato. Il fondo di garanzia per le vittime della strada, è un fondo istituito già con la L. n. 990 del 1969 (oggi abrogata per effetto dell’entrata in vigore del Codice delle Assicurazioni private) e oggi disciplinato dagli articoli 283 e seguenti del D.Lgs. n. 209 del 2005 (Codice delle Assicurazioni private)...

Possedere la password di Facebook della pagina della compagna, non autorizza ad accedervi. Si rischia una condanna per accesso abusivo a sistema informatico

Con le recenti sentenze n. 2905 e 2942 depositate il 22 gennaio 2019 la Corte di Cassazione ha ribadito l'inviolabilità delle pagine personali del social network, assimilandole pienamente ad ogni luogo di domicilio "reale”. Le vicende avevano ad oggetto una pluralità di accessi alle pagine facebook delle due persone offese, effettuati rispettivamente dal marito e dal fidanzato, che avevano ottenuto le chiavi di accesso dalle utenti stesse nel corso delle rispettive relazioni sentimentali, prima che queste finissero.    La Suprema Corte ha...

Anche se la vittima chiede che vanga usato il preservativo, non vuol dire che abbia dato il consenso all'atto sessuale

La Corte di Cassazione (sentenza n. 727 dd. 09.01.2019) ha affermato che vi è violenza sessuale anche nel caso in cui la vittima abbia prestato il proprio consenso all’utilizzo del preservativo. Nel caso di specie la madre della persona offesa, aveva denunciato l’uomo che la figlia aveva conosciuto tramite il noto sito web di social network “Badoo”, e con il quale si era incontrata tre volte, per violenza sessuale. Ai sanitari presso i quali la ragazza si era recata il giorno successivo...

coltivare una pianta di marijuana è reato. O forse no...

La Corte di Cassazione ha ribadito con una recente statuizione (Cass., sez. 3 penale, sentenza n. 57498/18), il proprio orientamento in tema di coltivazione di piantine di marijuana. In particolare, secondo i Giudici, la coltivazione di piante destinate alla produzione di sostanze stupefacenti integra il reato id cui all’art. 28, D.P.R. N. 309/1990, a prescindere dalla finalità della condotta, ovverosia dalla natura “domestica” o meno della coltivazione. Quel che conta, infatti, è che “la condotta rechi in sé un nucleo minimo di offensività anche potenziale”. Per...

Leggi tutti gli articoli