Lo Studio Legale Tonon è una realtà professionale giovane e dinamica che offre attività di consulenza e assistenza legale principalmente nel campo del diritto penale e civile, avvalendosi di professionisti operanti prevalentemente in dette materie.

L' Avv. Alessandro Tonon, dopo la laurea conseguita presso l’Università degli Studi di Trento, si forma professionalmente attraverso lo studio e l’approfondimento di tematiche attinenti il diritto penale, senza trascurare una formazione civilistica.

Lo Studio si avvale inoltre della collaborazione di professionisti che svolgono la loro attività prevalentemente nei settori del diritto civile e del diritto del lavoro che consentono allo Studio di offrire ai propri clienti una consulenza ed assistenza interdisciplinare. Si ritiene infatti che ogni singola problematica debba essere affidata al professionista maggiormente esperto della materia non essendo più ammissibile la figura dell’avvocato “generalista” che difficilmente potrà conoscere a perfezione tutte le materie dell’ordinamento giuridico.

Recenti pubblicazioni

Per la Corte Costituzionale sono troppi 8 anni di pena minima per i fatti "non lievi" di detenzione di sostanza stupefacente

Con la recente sentenza n. 40/2019 (depositata in data 08.03.2019) la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità dell’art. 73, comma 1, del D.P.R. n. 309/1990 (Testo unico stupefacenti), nella parte in cui prevede la pena minima edittale della reclusione nella misura di otto anni anziché di sei. Le questioni sono state sollevate nell’ambito di un giudizio avente ad oggetto una fattispecie di detenzione di circa cento grammi di cocaina, occultati all’interno di tre condensatori per computer, contenuti all’interno di un pacco proveniente...

sussiste il reato di diffamazione anche se le offese vengono proferite in un gruppo whatsapp in cui partecipa anche il diffamato

La Corte di Cassazione (sentenza n. 7904 dd. 17.01.2019), è tornata ad esprimersi in merito al reato di diffamazione, ed in particolare di diffamazione commessa mezzo e-mail o comunque mediante internet. Nello specifico, il supremo consesso, ha preso in esame l’ipotesi in cui, tra i fruitori del messaggio ingiurioso/diffamatorio, vi sia anche la persona nei cui confronti vengono formulate le espressioni offensive. Orbene la questione riguardava il corretto inquadramento della fattispecie nel delitto di diffamazione ovverosia nell’illecito dell’ingiuria. Si è statuito, quindi,...

il passeggero non usa le cinture? in caso di lesioni ne risponde anche il conducente

Con la recente ordinanza n. 2531 del 30 gennaio 2019 la Corte di Cassazione ha ribadito che il comportamento colpevole del passeggero, il quale non fa uso delle cinture di sicurezza, non comporta l’esclusione totale di responsabilità in capo al conducente del veicolo e del relativo obbligo risarcitorio. Il conducente è infatti anche responsabile dell’utilizzo delle cinture di sicurezza del passeggero, sicché il danno da mancato utilizzo è imputabile ad entrambi. La condotta del passeggero, che abbia omesso di allacciarsi le cinture...

sei stato coinvolto in un sinistro stradale e l'autore si è dato alla fuga o il suo veicolo è provo di assicurazione? Il risarcimento lo eroga il "Fondo vittime della strada"

Il Fondo di garanzia delle vittime della strada, è stato istituito con il compito di intervenire tutte le volte in cui in un sinistro stradale venga coinvolto un mezzo non assicurato oppure un mezzo non identificato. Il fondo di garanzia per le vittime della strada, è un fondo istituito già con la L. n. 990 del 1969 (oggi abrogata per effetto dell’entrata in vigore del Codice delle Assicurazioni private) e oggi disciplinato dagli articoli 283 e seguenti del D.Lgs. n. 209 del 2005 (Codice delle Assicurazioni private)...

Leggi tutti gli articoli